Cuba Pre Mundo, viaggio iniziatico per immagini, di Brunella Longo

 

In occasione della VI edizione del Premio di  fotografia Eliana Lissoni organizzato dalla  Libera Accademia di Pittura Vittorio Viviani  e dalla Fondazione Rossi, siamo lieti di  poter annunciare Cuba Pre Mundo,  viaggio iniziatico per immagini, un  progetto realizzato insieme a Brunella  Longo, artista fotografa e direttrice della  Fondazione CaMusAC di Cassino.

L’intero progetto ruota intorno a Cuba Pre  Mundo, un libro prezioso, edito da  Gangemi Editore nel 2018, che narra  attraverso una lunga sequenza di scatti  fotografici in bianco e nero il “viaggio  iniziatico” dell’artista, che esplora il  paesaggio selvaggio dell’isola, ritrovando  in esso le tracce del corpo di animale  fantastico: il caimano. Il libro è inoltre  impreziosito dai testi di Bruno Corà, Nicola  Bottiglieri e Brunella Longo

Gli scatti fotografici dell’artista saranno esposti nelle sale di Villa Brivio di Nova  Milanese, mentre un’altra parte del progetto sarà fruibile online. Cuba Pre Mundo, viaggio iniziatico per immagini è come l’ha definito Bruno  Corà un “poema fotografico”, realizzato dall’artista nell’arco di tempo  compreso tra il 2015 e il 2017, durante il suo soggiorno sull’isola caraibica. Come sottolinea il critico Bruno Corà nel testo pubblicato in Cuba Pre Mundo:  «quello di Brunella Longo è un nuovo sguardo ordinatore che ha compiuto il  viaggio e lo sforzo rivolto a riconoscere ciò che altri poeti, scrittori, pittori e  visionari hanno rivolto verso una terra come l’isola di Cuba, ancora feconda  per i sognatori e per quanti si dispongono alla percezione fenomenologica di  una latente metamorfosi della natura che ovunque accerchia e interroga chi  la vuole svelare. Più che un viaggio di perlustrazione documentaria a base  fotografica quella della Longo si dimostra un’esperienza catartica attraverso  cui pervenire all’essenza di luoghi, tempi e presenze diversamente viventi,  che tuttora abitano l’isola e ne costituiscono l’anima pulsante e – allo sguardo  “veggente” – individuabili e tutt’altro che invisibili».

Questa potente natura invaderà le sale di Villa Brivio che diventerà così lo  sfondo per i quattordici paesaggi fotografici che ritraggono paesaggi  selvaggi e generosi, che stagliano davanti ai nostri occhi l’immagine di un  mondo oltre l’uomo, di una natura incontaminata e primigenia.

Nell’attesa di poter aprire al pubblico questa suggestiva mostra di fotografie,  la Fondazione Rossi, in particolare, ha costruito attorno a tali immagini una  narrazione a 360°, che ripercorrono le tappe principali del progetto e della  poetica dell’artista.

Ad accompagnarci in questo percorso, di scoperta di poetica e ricerca,  abbiamo realizzato delle video interviste e un diario di bordo di Brunella  Longo, fatto di immagini significative e di commenti della stessa artista.

BRUNELLA LONGO (Cassino, Italia, 1965) è fotografa e artista. Si è formata  presso lo studio di Claudio Abate. Da sempre, la sua fotografia indaga e fa  luce sugli aspetti più nascosti dell’uomo e della natura con l’utilizzo di differenti  modalità espressive. Ha pubblicato nel 2004 il libro fotografico Centouno  Ritratti edito dagli Ori e dedicato al mondo e ai protagonisti dell’arte  contemporanea, ed Imusmis nel 2011 edito da Silvana Editoriale, il reportage  di un viaggio interiore in cui la geografia si coniuga con l’immaginazione. Ha  esposto in svariate mostre in Italia e all’estero in istituzioni pubbliche e private.  Questo libro nasce da un lungo viaggio jdi esplorazione della flora dell’isola di  Cuba compiuto tra il 2015 ed il 2017.

 

 

Date

Nov 30 2020 - Feb 14 2021
Expired!

Time

All Day
Category